Ictus in aumento fra giovani e adolescenti

[Stroke a Growing Problem in Adolescents, Young Adults, Trad. e mod. da . Tinti]

Il rischio di ictus negli adolescenti e nei giovani adulti è in aumento. Secondo la rivista Neurology, il numero di persone di età compresa tra i 15 e i
44 anni dimessi con diagnosi di ictus è aumentata fino al 53% negli ultimi dieci anni.

Questo non solo poichè i fattori di rischio, come ipertensione, diabete, obesità e fumo, sono in aumento nei giovani adulti, ma anche perchè le persone giovani indugiano a chiamare i soccorsi e farsi ricoverare di fronte segni di ictus, ritenendo erroneamente di non essere a rischio a causa dell’età.

Uno studio del 2011 del Journal of Stroke & Cerebrovascular Diseases dice che i giovani adulti hanno spesso una diagnosi fatta al Pronto Soccorso
in grave ritardo. Alcuni operatori interpretano male i sintomi, che a volte possono essere differenti rispetto a quelli dell’anziano (confusicon attacchi emicranici o crisi epilettiche, ad es.)

Come aiutare

Secondo la rivista Neurology, la prevenzione e la diagnosi di ictus nei giovani adulti potrebbero essere migliorate aumentando l’educazione
sui fattori di rischio dell’ ictus e sui segnali di avvertimento:

• A scuola
• Al lavoro
• Negli uffici medici
• Nei media

Per saper edi più sull’ictus in età pediatrica visita il sito Pediatric Stroke  (in inglese)