Torni a casa con l’ictus? Qualche consiglio pratico

Il nostro ritorno é stato in coincidenza dell’unico ponte festivo dell’anno con previsione di bel tempo, praticamente Genova si preparava ad un simil esodo estivo, tutti ci rispondevano “Ci sentiamo dopo le feste”…sì…e intanto noi…?

E così siam tornati a casa, e in effetti dovevamo solo iniziare, tentare, sbagliare e riprogrammare la casa, si ha sempre più paura l’attimo prima del tuffo, poi ti lasci andare e l’adrenalina che si sprigiona ti porta avanti se non altro per inerzia!

Queste le cose pratiche che abbiamo fatto inizialmente:

1) comprato un rettagolo di gomma piuma rigido (40,00/50,00 € ) per rialzare il divano, il passaggio dalla seggiola a rotelle al divano risulta più agevole alzando quest’ultimo, finalmente papà ha potuto godersi lo sport in TV seduto sul suo sofà

2) papà ama leggere il giornale, abitualmente lo faceva nella mia ex-camera dove ora dorme la persona che lo assiste, la soluzione é stata comprare il tavolino da parete a ribalta  IKEA NORBO ( € 40,00) posizionato sotto la finestra del salotto, non toglie spazio e si posiziona all’altezza più consona, passo successivo accompagnare a questo una splendida sedia da ufficio presidenziale con le ruote, sostituisce la sedia a rotelle ed é decisamente più elegante e meno deprimente, anche se la sostanza non cambia la forma aiuta!

3) applicato al rubinetto del bidé una prolunga con rubinetto a doccetta, utilissimo, lo trovi da LEROY MERLIN devi solo prestar attenzione al raccordo

4) maniglioni x il  bagno, quello applicato alla parete non ci serve, con la destra ovviamente non si aggrappa e con la sinistra farebbe una torsione che fa perder forza, ottima soluzione una sorta di piccola ringhiera che il muratore ci ha applicato dal pavimento ad altezza bacino, elegante ed efficacissima

Tips by Barbara, figlia e stratega – attualmente in forze al Gruppo Open Talk con la carica di Caregiver Senior (pur essendo una giovanissima 40enne)