Chi è l’esperto? Tu o io?

Questo articolo pone la domanda “Chi è l’esperto?” in relazione alle persone con disabilità intellettive. Inizia con un’esplorazione di cosa significa affermare l’autorità morale in relazione alle persone con identità e fa l’argomento che “esperti” che disegnano confini morali, definiscono le concezioni del “bene” e la qualità della vita per le persone devono considerare come occupare questa posizione in modo responsabile. Considera quindi una seconda forma di autorità – l’autorità epistemica – ed esplora la responsabilità morale che accompagna la pratica di avanzare pretese sulla conoscenza dell’ID. Ciò comporta il riconoscimento di tre potenziali problemi: distanziamento, oppressione e disumanizzazione. L’articolo si conclude con domande che puntano a un maggiore dialogo interdisciplinare in merito all’autorità, alla responsabilità e al ruolo dell’esperto