Un approccio etologico alla relazione di cura: primi cenni sull’universo

Esistono delle lacune nella nostra comprensione teorica e pratica del comportamento umano. Lacune particolarmente evidenti nella relazione di cura con individui pre verbali (neonati) e non verbali (es. adulti con patologie neurologiche) cioè persone che non si esprimono secondo gli usuali codici  e per capire le quali è necessario usare  l’osservazione del comportamento.
Un approccio utile in questo senso  è quello etologico. E’ possibile usare 
metodi etologici per osservare, descrivere e misurare sistematicamente comportamenti non verbali di animali umani e non umani.

Vale a dire che possiamo provare a descrivere fenomeni comportamentali complessi (es. il dolore neonatale o di un adulto impossibilitato a parlare per danno neurologico o alterazioni cognitive) usando un approccio etologico.

1. Quali sono le cause fisiologiche e ambientali immediate di questo comportamento? (causalità immediata)
2. Come si è sviluppato il comportamento? (sviluppo o ontogenesi)
3. In che modo il comportamento aiuta l’individuo a sopravvivere o adattarsi? (funzione)
4. Come si è evoluto il comportamento nella specie? (evoluzione)

Ecco un esempio di ragionamento applicato all’ambito infermieristico

…who espouse a critical realist view of nursing science advocate philosophic assumptions congruent with those underlying ethology. These assumptions include agreement about a common but non absolute reality existing external to one’s mind, acknowledgement of individual differences in human perception, and regard
for objectivity . The fit between ethology and nursing is also related to the extent to which nurses engage in fieldwork and quasi-experimentation and to the interest some nurses have in integrating inductive and deductive modes of inquiry.
(…)  nurses traditionally use observation in three ways: non systematic clinical(or non research) use of observation simply to describe behavior;
deductive use of systematic observation to test hypotheses about predefined behavior, and use of systematic observation to develop or test an ethogram about a particular behavior.

Systematic observation is defined as using a predefined catalogue (list) of inductively developed behavior codes and using reliability procedures to test agreement in coding between observers. It is in the use of systematic observation, particularly its inductive use, that the benefits of ethology become evident, because unlike deductive approaches, inductive methods enable a comprehensive description of the behavior. (da Focus on Research Methods, Ethological Methods to Develop Nursing Knowledge, Fay F. Warnock,Marion Allen)

 
Schermata-2019-11-09-alle-16.04.33-300x189 Un approccio etologico alla relazione di cura: primi cenni sull'universo
Tabella tratta da Fay Warnock et al.
 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *